Come può un extravergine essere sostenibile, biologico ed etico

Extravergine sostenibile ed etico

Negli ultimi anni, si parla sempre di più del tema della sostenibilità in svariati ambiti come quello edilizio o nel food & wine, essere sostenibili permette uno sviluppo sano sia per la società che vive il presente sia soprattutto per le sue nuove generazioni. Per ciò che concerne l’olivicoltura sostenibile bisogna anzi tutto dire che in Italia disponiamo di un patrimonio antichissimo per quanto riguarda gli uliveti. Patrimonio importante da preservare per le generazioni future. Un’azienda che produce e coltiva in modo sostenibile olio EvO deve, in primis, non creare impatto ambientale… Cosa vuol dire?
Significa ridurre al minimo lo spreco di risorse idriche, cercare di non apportare modifiche irreversibili al terreno e non coltivare in maniera intensiva gli ulivi. L’agricoltura sostenibile privilegia quindi i processi naturali, cercando di non intaccare l’extravergine che si ricava dalla raccolta con prodotti chimici. È un modo etico di produrre un genuino olio EvO, un modo che permette di essere socialmente onesti e moralmente integri.
Un esempio in tal senso di azienda virtuosa sono gli olivicoltori appassionati della Società agricola Zito che dalla fine degli anni ’90 operano in regime di certificazione biologica europea e proprio
da allora sono stati sempre più attenti all’ambiente sia per una questione etica, che per la salvaguardia della terra e degli ulivi della loro tenuta veri e propri monumenti naturali. I componenti della famiglia Zito impegnanti ogni giorno nella gestione aziendale amano definirsi non come proprietari ma bensì come “custodi” dei loro 50 ettari straordinariamente vocati all’olivicoltura in Sicilia, sui monti Nebrodi.
Ovviamente inserire nella propria alimentazione un olio sostenibile e biologico come l’Olio Zito rappresenta una scelta consapevole che il consumatore compie; non solo nei riguardi dell’ambiente ma altresì nei confronti del proprio corpo, del proprio organismo.
Negli anni abbiamo sfruttato l’ambiente talmente tanto che abbiamo ridotto il pianeta ad essere al collasso e per tale ragione bisogna invertire la rotta, partendo anche dai piccoli gesti e dalle scelte alimentari etiche e consapevoli, perché BIO è meglio!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.