L’olio di palma è dannoso per l’ambiente?

Sì, l’olio di palma è dannoso per l’ambiente. Le cifre che si leggono sono spesso diverse, ma l’aumento della sua produzione sta certamente contri­buendo alla distruzione di grandi fette di foresta, so­prattutto in Indonesia e Malesia, i due maggiori produttori. Global Palm Oil Production indica una crescita della produzione del 9,6% solo nell’ultimo anno. Gli ettari di terreno coltiva­to sono almeno raddoppiati (alcuni dicono triplicati) in dieci anni, per la maggior parte a scapito delle foreste. Ogni anno si stima che in Indonesia un milione di ettari di foresta venga distrutto, anche se non sempre serve a fare posto piantagioni di palma da olio. Tra l’altro, le foreste vengono bru­ciate, emettendo nell’ambiente enormi quantità di gas serra. Solo nel 2010 la deforestazione dell’isola del Borneo ha pro­dotto 140 milioni di tonnellate di CO2.

La discussione attorno all’olio di palma si svolge essenzialmente attorno a due grandi temi:


  • l’impatto sulla salute dei consumatori
  • l’impatto su ambiente e popolazioni locali.

Per quanto riguarda le questioni legate alla salute, il parere della comunità scientifica è ancora poco chiaro, anche perché alcune review scientifiche (ossia raccolte di articoli) e diversi studi ad ampio raggio, come l’ultimo dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa), assimilano l’olio di palma ad altri grassi animali, come il burro, che hanno impieghi simili nell’industria alimentare e proprietà (positive e negative) analoghe. In sintesi, secondo l’autorità sanitaria l’olio di palma non farebbe più male di alcuni grassi animali, o di altri prodotti, e quasi certamente non è correlabile al cancro o al rischio di malattie cardiovascolari. La palma da olio (Elaeis guineensis) è una delle specie vegetali coltivate a più rapida espansione degli ultimi decenni, ed è una vera e propria macchina per fare soldi. La produzione corrisponde al 65% degli oli vegetali commerciati nel mondo, e l’area coltivata dai due maggiori produttori, Indonesia e Malesia, è raddoppiata dal 1995 al 2005.


 

olio di palma
L’economia della palma. In tutto il mondo ci sono attualmente oltre 15 milioni di ettari di terreno coltivati a palma da olio: Malesia e Indonesia, da sole, hanno pianificato un’espansione fino a 25 milioni di ettari entro il 2020. Questo prodotto ha avuto un impatto considerevole sul Pil delle nazioni coinvolte: in Malesia, per esempio, nel 2011 era già il quarto settore trainante dell’economia, dando tra l’altro lavoro diretto a circa 600.000 persone e ad altri milioni nell’indotto.

 

FocuS

error

Ti potrebbe interessare...

Olivicoltura, nasce a Benevento “Olitaly 4.0” per ... Nasce a Benevento l’associazione culturale Olitaly 4.0 volta alla conoscenza e alla promozione dell’olivicoltura e della risorsa olio. L’intento assoc...
Concorso Provinciale “L’Olio delle Colline”: selez... Il 29, 30, 31 Gennaio presso la CCIAA di Latina e il 3 Febbraio a Rocca Massima si riuniranno le Commissioni preposte all’attribuzione dei premi in pa...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.