l'olio di Tuscania

L’olio di Tuscania conquista ‘Le Monde’

TUSCANIA – L’olio della Tuscania conquista la Francia. L’oro verde prodotto da Anna Marina Gioacchini conquista i fini palati parigini e le pagine de Le Monde. Il quotidiano dedica alla storia dell’imprenditrice della Tuscia e alla sua azienda ‘Le Amantine’ un paginone.

Per il sindaco di Bagnoregio, Francesco Bigiotti si tratta di ”uno straordinario riconoscimento all’olio prodotto dall’azienda ‘Le Amantine’ di Tuscania. Un grande onore per tutto il nostro territorio di Tuscia ma soprattutto per me che ho il privilegio di essere amico di Anna Marina Gioacchini, la protagonista di questo piccolo, grande miracolo”.

Marina Gioacchini è diventata produttrice d’olio quasi per caso. Laureata in letteratura francese, è cresciuta a Grotte di Castro. Suo padre e suo nonno erano imprenditori con la passione per le piante. E’ stato il nonno Sante a gettare le basi dell’azienda che poi sarebbe diventata Le Amantine. Nel 1936 comprò un appezzamento di trentasei ettari in località Le Mandrie, presso Tuscania. Considerava infatti la terra un ”investimento sicuro”, che presentava pochi rischi e in più permetteva di tramandare le tradizioni familiari.

Verso la fine degli anni ottanta Mario, il padre di Marina Gioacchini, innamoratosi della pianta d’ulivo e dei suoi frutti preziosi, decide di riconvertire il terreno a uliveto.

”Mio padre, negli ultimi trent’anni della sua vita – ha raccontato Marina Gioacchini a Le Monde – ha piantato quasi cinquemila alberi. Non è male, per un uomo, no?”.

Mario realizza un sistema di irrigazione efficiente e soprattutto il frantoio interno, una scelta che consente la spremitura giornaliera delle olive immediatamente dopo la raccolta, per ottenere un olio privo di alterazioni di qualsiasi genere. Nel frattempo Marina, che ha sposato un francese si trasferisce a Parigi, lanciata verso una carriera accademica.

Poi, però, il padre si ammala e nel 2014 viene a mancare. Marina Gioacchini prende in mano il testimone. ”Era impossibile vendere questa proprietà – racconta ancora a Le Monde – dal momento che ho deciso di tenerla dovevo fare le cose per bene. Non avevo scelta”.

E le cose per bene le ha fatte: Marina Gioacchini è ossessionata dalla qualità e dalla trasparenza. Il suo olio e le sue olive sono di assoluta qualità. Nel 2015, il suo olio monovarietale Unico vince il premio ‘Absolute Excellence’ della guida nazionale Gambero Rosso, poi viene eletto ‘Miglior olio d’oliva italiano’ dalla Fondazione italiana sommelier. Un riconoscimento che la prende di sorpresa e convalida il suo duro lavoro. Un anno dopo conquista l’Olio Nuovo Days, a Parigi, un festival dedicato ai nuovi oli. Riportando le impressioni dei clienti, Le Monde cita Alessandra Pierini, proprietaria del negozio Rap a Parigi secondo cui l’olio di Le Amantine ”è un olio che lentamente si rivela in bocca e racconta un’intera regione”. Per Marina Gioacchini e per la Tuscia un bel riconoscimento.

Fonte: viterbonews24

https://www.olitaly.it/olio-extravergine-oliva-ravece

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *