L’olio in vetrina a villa Maseri tra gastronomia, convegni e musica

Musica, teatro, degustazioni, convegni, laboratori del gusto e passeggiate. Ma non solo. “Olio e Dintorni” è ancora molto altro, confermandosi manifestazione in crescita. Presentata in sala Kugy del Palazzo della Regione a Udine la 13ª edizione di “Olio e Dintorni” che si svolgerà dal 26 al 28 maggio a Oleis, attestandosi come evento non solo di intrattenimento, con sempre più novità culturali e gastronomiche, ma anche di confronto tecnico e qualitativo.

I dati sulla produzione di olio extravergine di oliva dicono esplicitamente, infatti, che la coltivazione in provincia di Udine si sta sempre più imponendo sia come quantità di ettari di olivo coltivato, sia di olio prodotto, ma soprattutto per la qualità di olio a bassa acidità.

L’inaugurazione ufficiale della manifestazione è fissata a villa Maseri alle 17.40 di venerdì 26, giornata ricca di appuntamenti. All’interno della manifestazione si svolgeranno anche la Tornata dell’Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio in Fvg, che ha tra gli scopi anche la promozione di studi, ricerche e discussioni sui maggiori problemi concernenti l’olivo e i suoi prodotti e il premio Abbate 2017, che ha visto partecipare 15 aziende agricole con un totale di 23 campioni di olio.

In programma durante “Olio e Dintorni” diversi convegni tecnici. Si comincia proprio sabato 26 con “L’estremo nord del Mediterraneo: Olivo a Nord Est” in sala Foledor a Manzano, in via Natisone. Domenica alle 18 nel Foledor di villa Maseri si svolgerà invece una conferenza sugli oli siberiani, a cura di Marco Pighin. Alle 10.30 di domenica 28 il convegno conclusivo con gli interventi sull’andamento meteorologico del 2016, il comportamento della mosca olearia e i metodi di lotta convenzionale, integrata e biologica. Tutti i giorni, i chioschi di villa Maseri saranno aperti con la cucina pronta a distribuire piatti genuini e freschissimi, dalle crespelle alla ricotta ed erbe di campo fino al filetto di trota con misticanza. Anche le sommelier saranno sempre disponibili a proporre squisiti abbinamenti tra l’olio, i vini dei Colli Orientali del Friuli e i prodotti tradizionali della terra.

Venerdì sarà anche inaugurata la mostra di pittura “Olivarelli per non dimenticare”, nata con l’idea di valorizzare la produzione di olio di oliva con artisti provenienti da diverse regioni che hanno mescolato al colore anche l’oro giallo. Sempre venerdì sera sono in programma l’atteso concerto di Doro Gjat e la misteriosa Cena con Delitto di Anà-Thema Teatro. Nelle giornate di sabato e domenica una serie di hobbisti saranno dislocati su tutta via Poggiobello dove esporranno gli oggetti nati dalla loro fantasia per la rassegna “Sensi d’arte”.

 

Messaggero Veneto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.