Olio extravergine di oliva Colline Salernitane

L’olio Colline Salernitane extravergine di oliva è tra i prodotti tipici campani tutelati dal marchio DOP. La zona di origine include 32 comuni della provincia di Salerno, un’area che vanta la più densa concentrazione di uliveti dell’intera CampaniaI metodi di lavorazione impiegati sono la perfetta sintesi di innovazione e tradizione. Visitando il territorio è infatti possibile rintracciare piccole aziende a conduzione familiare, che portano ancora avanti le modalità di produzione e raccolta manuale tramandate per generazioni, e grandi realtà, che realizzano un olio eccellente impiegando moderni macchinari e applicando alle colture soluzioni all’avanguardia.

L’olio Colline Salernitane è ottenuto prevalentemente dalla spremitura di olive autoctone, in particolare della varietà Rotondella, molto delicata da curare ma capace di offrire un olio di grande qualità. Oltre alla Rotondella, secondo il disciplinare di produzione, l’olio extravergine delle Colline Salernitane deve essere composto per il 65% da olive Frantoio, Carpellese o Nostrale, mentre una quota non superiore del 35% è riservata alle olive Ogliarola e Leccino.

Storia e caratteristiche dell’olio colline Salernitane

L’olivicoltura a Salerno risale ai Focesi, i coloni dell’antica Grecia che la diffusero nella Piana dell’Alento, mentre i Romani la estesero ulteriormente a tutte le colline dell’area. Oliveto Citra, Olivella, Ogliara, sono alcuni nomi di comuni che testimoniano l’importanza degli ulivi per l’economia e la cultura locale. L’olio Colline Salernitane DOP è facilmente riconoscibile grazie al suo colore verde o giallo paglierino, e al suo profumo fruttato e aromatico, con note di mandorle e foglie verdi.

All’assaggio il sapore è gradevole, deciso e persistente, per un olio equilibrato e con una buona struttura, che richiama il carciofo e il cardo. Olio pregiato e corposo, l’extravergine Colline Salernitane è ideale per impreziosire ricette sostanziose e ricche di gusto, come primi piatti, minestre di legumi e secondi a base di pesce.

Ciro Cristian Panzella

error

Ti potrebbe interessare...

Xylella, Commissione Ue verso il via libera ai rei... Si apre oggi, 16 maggio 2017, un primo spiraglio per l'olivicoltura pugliese che vive l'incubo dell'infezione da Xylella fastidiosa perché ieri, 15 ma...
Olio extravergine di oliva colline beneventane In Campania la pratica della coltivazione dell'olivo risale ai Greci e ai Fenici, che diffusero l'uso dell'olio in tutti i territori colonizzati, come...
Mosca delle olive, un pericolo in agguato E' stata un'estate drammatica a causa del caldo e della siccità, che però hanno almeno avuto il pregio di ridurre drasticamente, se non azzerare, il r...
Olio extravergine di oliva Cilento DOP L’olio di oliva Cilento DOP è un prodotto tipico campano che nasce in 62 paesi nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, un’area ricca di cult...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.