Il premio olear-lettario Ranieri Filo della Torre si arricchisce della sezione scientifica

Il “premio” dedicato a Ranieri Filo della Torre è certo un evento che vuole celebrare un personaggio significativo del mondo dell’olivicoltura italiano, oltre che dell’agricoltura, ma anche – e soprattutto –
un’occasione d’unità vera del settore per fare cultura. Un obiettivo certamente ambizioso per ri‐scoprire i valori propri – e spesso nascosti ‐ del mondo olivicolo, con i suoi riti e le sue leggende, con le storie e i canti che parlano di eroi e di briganti, ma anche di solidarietà. Insomma, il “premio” dedicato a Filo della Torre vuole essere un’opportunità: di riflessione, di poesia, di creatività al di là delle giornaliere faticose pratiche produttive, della collocazione del prodotto sui mercati, della sua valorizzazione.
Novità significativa della nuova edizione la nuova sezione sicentifica, in collaborazione con l’Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio.
Il premio Ranieri Filo della Torre – sezione scientifica è destinato a giovani studiosi che abbiano realizzato una tesi di laurea, un elaborato finale o una tesi di dottorato inerente:
1 la biologia e la coltivazione dell’olivo
2 la produzione dell’olio e dei suoi co‐prodotti
3 la conservazione e valorizzazione dei prodotti dell’olivicoltura

La giuria del premio è presieduta dal Presidente dell’Accademia Nazionale dell’Olio e dell’Olio Riccardo Gucci.
La Commissione di valutazione è composta da cinque membri con comprovata esperienza nei settori di studio.
La Commissione valuterà la pubblicazione presentata dai candidati in termini di rigore scientifico e di rilevanza per la comunità scientifica, nonché eventuali esperienze maturate nel settore evincibili dal
curriculum, attribuendo una valutazione in 100esimi accompagnata da un giudizio sintetico. Al termine dei lavori la Commissione formula apposita graduatoria sulla base dei punteggi riportati da ciascun candidato
Coordinamento a cura di Sonia Esposto ‐ ricercatrice
Possono partecipare al concorso i candidati in possesso dei seguenti requisiti alla data di scadenza del bando:
‐ età inferiore ai 30 anni;
‐ possesso di diploma di laurea di I o II livello , conseguito presso tutti gli Atenei italiani entro la data di scadenza del bando.
Per difetto dei requisiti prescritti la commissione può disporre in ogni momento, l’esclusione dal concorso con motivato provvedimento.
La premiazione si terrà a Roma venerdì 2 febbraio 2018 in via Mariano Fortuny 20 presso la sede di CIA – Confederazione Italiana agricoltori (ulteriori dettagli verranno comunicati ai vincitori e pubblicati sul sito e pagina Facebook di Pandolea e del Premio).

C. S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *