sonnino

Sonnino ha il suo nuovo Principe dell’Olio 2017

Sabato 23 Dicembre, all’Auditorium San Marco del principale centro olivicolo pontino sono stati premiati i tre vincitori della 9^ edizione de “L’Olio delle Colline a Sonnino ”, il primo concorso locale sull’olio ideato nella provincia di Latina. 1^ Santina delle Fate Società Cooperativa, 2° Antonio Trotta, 3°Serafino Altobelli.

Santina delle Fate Società Cooperativa è “Il Principe dell’Olio” 2017, vincitrice della 9^ edizione de “L’Olio delle Colline a Sonnino”, il primo concorso locale sull’olio ideato nella provincia di Latina dal Comune di Sonnino (LT), organizzato dall’Amministrazione comunale e dal CAPOL (Centro Assaggiatori Produzioni Olivicole Latina), in collaborazione con l’ASPOL (Associazione Provinciale Produttori Olivicoli Latina). 2° Antonio Trotta e 3° Serafino Altobelli.

Questo il profilo – organolettico – del nuovo Principe dell’Olio di Sonnino: “di colore verde intenso e di grande eleganza, all’olfatto si esprime deciso ed ampio, con note verdi di pomodoro, cardo ed erbe balsamiche. Al gusto è avvolgente e fruttato con richiami di erbe selvatiche e note spiccate di amaro e piccante in chiusura. È questo il segnale della presenza di un buon tenore di polifenoli: gli antiossidanti naturali che hanno un’azione benefica sull’organismo.”

La cerimonia di premiazione, consegna delle targhe e degli attestati si è svolta sabato 23 Dicembre all’Auditorium San Marco di Sonnino, a margine del convegno “Sonnino, regno dell’trana”, dedicato alle potenzialità della cultivar autoctona pontina, un unicum nel panorama dell’olivicoltura, caratterizzata dalla duplice attitudine nella triplice variante a due D.O.P. (olio extravergine d’oliva D.O.P. Colline Pontine e Oliva Gaeta D.O.P. da mensa).

Sono intervenuti: Luciano De Angelis, Sindaco di Sonnino, maggiore centro olivicolo provinciale; Luigi Centauri, Presidente del CAPOL; Alberto Bono, agronomo. La selezione degli oli è stata operata dal panel composto da 12 assaggiatori del CAPOL, nella nuova sede dell’associazione, presso il centro servizi del Consorzio per lo Sviluppo Industriale Roma-Latina. Solo il 13% dei campioni è risultato difettato, a conferma della elevata qualità generale del prodotto.

Marco Castaldi
Ufficio Stampa & OLMR

https://www.olitaly.it/valorizzazione-delloliva-itrana/

Ti potrebbe interessare...

EVOO di qualità: l’Itrana in trasferta a Milano La cultivar autoctona della provincia di Latina – insieme alle varietà olivicole e olearie tipiche di Umbria (Moraiolo), Sicilia (Tonda Iblea), Toscan...
la Coldiretti denuncia: olio straniero in due bott... “Con più di due bottiglie su tre riempite in Italia che contengono olio di oliva straniero l’ausilio delle nuove tecnologie rivoluzionarie come il QR-...
Via i dazi alle importazioni di olio tunisino Via i dazi alle importazioni di olio tunisino, c’è l’ok di Strasburgo, ma scoppia la polemica La misura Ue per aiutare il Paese in crisi dopo gli atta...
Olio, la rivoluzione parte dagli assaggiatori Il Seminario permanente Luigi Veronelli e Airo (Associazione internazionale ristoranti dell'olio) hanno lanciato un corso per aspiranti degustatori di...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.