testaroli olive nere

Testaroli alle olive nere, un primo piatto semplice e gustoso

I testaroli sono un piatto tipico della tradizione della Lunigiana, in particolare dei paesi Fosdinovo, Pontremoli e Castagnetoli. Si tratterebbe, secondo alcune fonti, di una pasta risalente all’antica Roma, così chiamata dal suo sistema di cottura, che veniva effettuato su un “testo” di ghisa.

Il condimento classico dei testaroli è certamente il pesto, ma un’ alternativa saporita e originale consiste nel servirli conditi con la ricotta e accompagnati da una crema di olive nere.

Ingredienti per 4 persone:

200 gr di farina 00

150 gr di farina integrale

3 uova

250 gr di ricotta fresca

1 tazzina di latte

120 gr di olive nere

½ cipolla

Olio extravergine di oliva, sale e pepe

Versate in una terrina la farina normale e quella integrale, aggiungete le uova sbattute con un pizzico di sale, l’olio, qualche cucchiaio d’acqua e amalgamate bene il tutto formando un composto liscio e sodo. Lasciate riposare il panetto, avvolto in un panno umido. Passata circa mezz’ora, ponete l’impasto su una spianatoia, formate una sfoglia sottile. Dopo averla arrotolata, con un coltello praticate dei tagli come se voleste formare dei piccoli triangoli.

Intanto, in una padella fate rosolare la cipolla tritata nell’olio e aggiungete le olive nere, denocciolate e tritate. Portate a bollore abbondante acqua salata e fate bollire la pasta per circa tre minuti, poi scolatela e conditela con la crema di ricotta e latte. Servite i testaroli accompagnati dalla salsa di olive nere e cipolla.

Buon appetito!

Olive nere, tutti i segreti per una corretta conservazione

Ti potrebbe interessare...

The Oliveto: il cocktail d’oliva from London Si chiama The Oliveto, ed è il nuovo cocktail il cui ingrediente principale è l’olio extravergine d’oliva. Il cocktail è stato creato da Phillip ‘Pip’...
Panini all’olio d’oliva, la merenda dell’infanzia... I panini all’olio d’oliva sono i panini morbidi per eccellenza. Di piccole dimensioni e dal colore chiaro, ricordano le merende dell’infanzia. Ma avet...
Nasce l’olio spalmabile: si usa come il burr... Dall'arrivo del primo olio spalmabile ai cappottini per preservare le bottiglie da luce e calore, dalle tisane per il benessere a liquori, praline e c...
Il patto di filiera dell’olio DOP Riviera Li... Prosegue il sostegno alla filiera olivicola – olearia ligure da parte del Consorzio di tutela dell’olio extravergine di oliva DOP Riviera Ligure.  Il ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.