Tumore al cervello: l’olio d’oliva potrebbe prevenirlo

Un composto nell’olio di oliva potrebbe aiutare a prevenire lo sviluppo di un tumore al cervello. Si tratta dell’acido oleico, che stimola la produzione di una molecola la cui funzione è proprio quella di prevenire la formazione di proteine che causano il cancro. Lo sostiene una ricerca dell’Università di Edimburgo, pubblicata sulla rivista Journal of Molecular Biology.


Gli studiosi hanno analizzato l’effetto dell’acido oleico su una molecola, miR-7, attiva nel cervello e che ha la funzione di sopprimere la formazione di tumori. Dalle analisi hanno verificato che l’acido oleico impedisce a una proteina cellulare, MSI2, di arrestare la produzione di miR-7. Pertanto questo componente dell’olio d’oliva supporta la produzione di miR-7, che aiuta a prevenire la formazione dei tumori. La ricerca è stata svolta con test in laboratorio su modelli cellulari. “Non possiamo ancora dire che l’olio di oliva nella dieta aiuti a prevenire il cancro del cervello, tuttavia i nostri risultati suggeriscono che l’acido oleico può sostenere la produzione di molecole che sopprimono il tumore nelle cellule in laboratorio- spiega il dottor Gracjan Michlewski, tra gli autori dello studio– ulteriori ricerche potrebbero contribuire a determinare il ruolo che l’olio d’oliva può avere nella salute del cervello”.


error

Ti potrebbe interessare...

L’olio extravergine quando è buono? Innanzitutto un olio extravergine eccellente si ottiene soltanto da olive sane spremute a freddo entro le 12 ore, massimo 24, di raccolta. Nel mome...
Scrub fai da te con olio di oliva Scrub fai da te con olio di oliva? Prepararlo è semplicissimo. Vi basteranno pochi ingredienti, disponibili già in casa, e una ciotolina per mescolare...
Olio di oliva e Tumori E’ ormai appurato che i grassi sono coinvolti sia in termini di qualità e quantità nello sviluppo del cancro. Possono promuoverlo o inibirlo. Uno stud...
Olio d’oliva, farmaco naturale contro il diabete L’olio d’oliva farmaco naturale contro il diabete. Il risultato è stabilito da autorevoli studi scientifici e individua un’altra tra le innumerevoli p...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.