Xylella in Belgio

Xylella trovata in Belgio su olivi spagnoli

Nel mese di settembre 2018 sono state intercettate in Belgio alcune piante di olivo di origine spagnola affette dal batterio Xylella fastidiosa e provenienti da vivai di Alicante ed Almeria, zone in cui tale patologia fino ad ora non era stata mai segnalata.

E’ importante evidenziare che alcune delle piante risultate ammalate erano “asintomatiche”, non presentavano cioè nessuno dei sintomi caratteristici della malattia all’esame visivo.


Xylella fastidiosa, specialmente nei primi stadi, può non mostrare alcun sintomo evidente sulle piante colpite, che quindi appaiono sane: in questa fase solo le analisi di laboratorio possono rivelare la presenza del patogeno.

Poiché il pericolo rappresentato dalla Xylella fastidiosa per il vivaismo toscano è elevatissimo ed in considerazione dei molteplici rapporti commerciali fra vivaisti toscani e spagnoli (in particolare con quelli di Alicante e Almeria es. zona di Elche), invitiamo tutti i vivaisti toscani che negli ultimi 6 mesi abbiano acquistato in Spagna piante sensibili a Xylella fastidiosa (Lista ufficiale delle piante ospiti di Xylella aggiornato al 19 settembre 2018) a segnalarlo con una email ai referenti territoriali del SFR della Regione Toscana (Sedi e contatti).

Il personale di zona, in tempi compatibili con le altre attività, effettuerà un’ispezione visiva con eventuale prelievo di campioni da sottoporre ad analisi gratuite.

Si precisa che la disponibilità del SFR ad effettuare analisi specifiche per Xylella fastidiosa su piante sensibili acquistate in Spagna è relativa anche alle piante che arriveranno nei prossimi mesi e non solo a quelle acquistate nell’ultimo periodo

FONTE: Regione Toscana


https://www.olitaly.it/cura-scortichini/

error

Ti potrebbe interessare...

Sabato 21 aprile la Giornata nazionale del vino e ... Sarà sabato 21 aprile la Giornata Nazionale della cultura del Vino e dell'Olio 2018. Promossa dall'Associazione italiana Sommelier e realizzata in col...
Tac salva olio anticontraffazione In agricoltura arriva la prima Tac salva olio per smascherare gli extravergine fasulli e aiutare i produttori impegnati nella lotta alla contraffazion...
E’ estate, tempo di osare in cucina con l... Occorre scongiurare il rischio che l'abbinamento olio-piatto diventi solo una moda, con accostamenti banali, terrificanti o peggio ancora casuali. Arm...
Nasce “Piennolio”: il pomodorino del piennolo del ... Due prodotti d’eccellenza, simboli di culture vicine ma diverse, due ingredienti che negli ultimi anni sono diventati i “must have” di chef e pizzaiol...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.