Infuso di foglie di ulivo, benefici a portata di albero

Foto Infuso Olivo

L’ ulivo è una pianta antichissima, profondamente legata alla storia del bacino del Mediterraneo e alla mitologia. Oltre al suo importante ruolo simbolico ne ha un altro fondamentale per la salute e l’alimentazione.

Dalle olive al prozioso Olio che da esse si ricava si è spesso tralasciata la ricchezza che dimora nelle sue foglie, ed è proprio dalle foglie che è possibile estrearre un infuso “miracoloso”: i benefici dei suoi ingredienti principali, infatti, sono citati addirittura nella Bibbia, per la precisione nel libro di Ezechiele. Tra i suoi versetti si parla delle foglie di ulivo come di una “medicina”. Verità dimostrata scientificamente, grazie a numerosi studi, si è evidenziato la presenza di sostanze salutari come i polifenoli.

Il Ministero della Salute Italiano ha riconosciuto ufficialmente alla foglia di olivo dei benefici sull’organismo umano:

Azione antiossidante contro i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare. Non a caso contiene l’idrossitirosolo un composto chimico vegetale che contrasta l’attività dei radicali liberi e aiuta anche a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo LDL. Il polifenolo in questione ha pure effetti neuroprotettivi.

Stimolazione del metabolismo di carboidrati e lipidi. Grazie al decotto è possibile normalizzare la glicemia. Grazie ai suoi principi attivi unici, l’infuso è infatti adattissimo all’alimentazione cuotidiana dei diabetici.

Regolarità della pressione arteriosa (aiuto in casi di ipertensione). Questo beneficio dell’infuso di ulivo è legato in particolare alla presenza del principio attivo oleuropeoside, un potentissimo vasodilatatore.

Aiuto alla normale Circolazione sanguigna (utili in caso di varici, vene varicose)

Come preparare l’infuso?

Preparare questo infuso è molto semplice, servono innanzitutto le foglie, possibilmente biologiche. Se sono fresche, è necessario procurarne circa 100 per ogni litro d’acqua utilizzato. Se si opta per le foglie secche, invece, ne bastano una cinquantina. Dopo averle lavate accuratamente, vanno messe in una pentola piena d’acqua e lasciate bollire. Prima di filtrare il liquido ottenuto bisogna abbassare il fuoco e aspettare circa un quarto d’ora. La fase finale consiste nel travasare il risultato del lavoro in bottiglie di vetro da conservare in frigorifero. Si consiglia di consumarne almeno 70ml al giorno (pari a mezzo bicchiere) puro o diluito.Dopo l’apertura conservare in frigorifero e consumare entro 15 giorni.

Come preparare il decotto?

Un modo molto semplice per utilizzare le foglie di ulivo è preparare un decotto. Servono semplicemente 5 grammi di foglie essiccate per ogni tazza d’acqua utilizzata. Prepararlo è semplicissimo: fate bollire le foglie in acqua per qualche minuto, lasciate riposare e stiepidire, infine filtrate e bevete. La dose generalmente consigliata è di una tazza al giorno.

In erboristeria troverete anche disponibile la tintura madre di olivo, l’estratto fluido già pronto molto comodo da utilizzare dato che basta assumere alcune gocce in acqua una o due volte al giorno. Chiedete sempre consiglio ad un erborista in base alla problematica per la quale intendete assumere l’ulivo.

R.D.M.

https://www.olitaly.it/olio-alla-curcuma-uso-alimentare-cosmetico/

 

 

Pubblicità

23 Commenti

  1. C’è solo un dettaglio, non da poco, da considerare. Le molecole contenute nelle foglie, con l’ebollizione, perdono gran parte delle loro proprietà e diventano pressoché inefficaci.

  2. Esatto, I polifenoli vengono distrutti dal calore continuo. Infatti i laboratori che producono l’estratto lavorano le foglie di olivo in una soluzione di acqua e alcool in vasche a temperatura costante di 40 gradi per 48 ore. Personalmente io lascio le foglie opportunamente tritate con macinacaffe in una teiera dopo aver versato sopra acqua bollente e lascio macerare sino a sera, bevendo la tisana varie volte al giorno. Al mattino ricomincio da zero

  3. Sono due anni che bevo l’infuso con le foglie di ulivo del mio orto.E da quando l’ho bevo ho eseguito due volte l’analisi clinica del sangue e la mia dottoressa mi ha confermato tutto ok continui sono stupefatto e continuerò

  4. Mi sono abituato a masticare le foglie perché non sempre era possibile fare un decotto. Una o due foglie per volta un paio di volte al giorno. Quello che avviene subito dopo è come essere più presenti, concentrati, e fisicamente più tonici. Inoltre l’oleuropeina è adattogena quindi poi agisce in base a quello che al corpo serve, in realta non aggiunge quasi nulla ma toglie ciò che è d’intralcio e riequilibra le funzioni naturali del corpo.

  5. due tre frogline non verdi ma nemmen secche..assieme alal tisana di karkadè cicoria e zenzero..la mkia vita è ambiata da mesi e non è certo un efffeto placebo..poi ovvio ho cambiato regime alimentare,nel senso inutile bere certe cose se poi si va al mcdonald ogni sera per intenderci

  6. Questo sito è interessante. Io ho tre ulivi nel mio bosco su cui non metto nessun prodotto e quindi anche le olive non sono perfette. Ma loro sono biologici!
    Al di là di coloro che devono comprare i prodotti perché non hanno ulivi in casa, quale sarebbe il metodo migliore per la salute: masticare qualche foglia due volte al giorno o bere una tazza di infuso dopo pranzo ? Attendo una cortese risposta sia da chi usa sia da chi produce infuso di ulivo. Grazie, Isa

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.