UE e olio italiano

Ue, due nuovi “Igp” marchigiani

Sale così oltre quote 290 il numero di prodotti italiani con marchio registrato Igp o Dop

Due nuovi prodotti italiani allungano la lista delle “Igp”, l’elenco di quelli registrati dall’Europa con l’Indicazione Geografica Potetta. La Commissione ha dato il via libera al riconoscimento dell’olio “Marche” e della carne “Vitelloni piemontesi della Coscia”, prodotta dalla macellazione di bovini allevati in Piemonte e Liguria. Sale così oltre quote 290 il numero di prodotti italiani con marchio registrato Igp o Dop.

I bovini del Nord-Ovest  

La particolarità della carne “della Coscia” è dovuta principalmente alla fertilità e all’abbondanza di acqua del terreno su cui vengono allevati. Gli animali si caratterizzano per “un peso superiore a quello dei capi di tipo comune” ma “da uno stato di ingrassamento scarso”. La differenza con i bovini allevati altrove è legata a una mutazione genetica naturale, che è stata rilevata nel 1886 in Piemonte, soprattutto nella provincia di Cuneo, che favorisce lo sviluppo muscolare dei capi, soprattutto sugli arti inferiori. Questo “determina un miglior accrescimento degli animali” e “condiziona positivamente le caratteristiche organolettiche della carne più apprezzata dai consumatori, il ridottissimo contenuto in lipidi, l’elevato contenuto in proteine, il colore dal rosato al rosso chiaro brillante”.

L’olio marchigiano  

L’altro bollino Igp è per l’olio d’oliva extravergine “Marche”, ottenuto dalle olive cresciute nell’omonima regione, che ha una tradizione con referenze storiche che risalgono al dodicesimo secolo. Il prodotto, si legge nella Gazzetta Ufficiale, si caratterizza per il “colore giallo-verde, il fruttato tendenzialmente medio o medio-intenso, molto aromatico ed equilibrato nelle sensazioni gustative”. Ha un livello di acidità massima (0,4%) che è il più basso in assoluto tra le denominazioni registrate.

 

Marco Bresolin

 

 

Ti potrebbe interessare...

Nuovo IGP Puglia E’ in arrivo il riconoscimento IGP (Indicazione Geografica Protetta) per l’olio Extravergine di Oliva di Puglia. Dopo 2 anni di lavoro e concertazi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.